Codice deontologico APICA

Tutti gli associati all’atto della richiesta nell’associazione devono sottoscrivere il nostro codice deontologico.Il codice deontologico è un insieme di principi che forniscono le linee guida della nostra condotta professionale con i clienti, i colleghi e la comunità.

Cos’è APICA 

APICA è nata in primo luogo per dare la possibilità di essere inseriti in un Registro di professionisti in linea con la legge del 4/2013.

Tuttavia nel suo sviluppo vuole essere anche un luogo di scambio e aggiornamento tra colleghi.

In particolare al momento sono attivi i seguenti progetti:

  • Gestalt Coaching Magazine
  • Talent Edizioni 
  • Formazione professionale per i CF – crediti formativi

Il senso di iscriversi ad APICA

Iscriversi ad una associazione professionale non è solo una questione di riconoscimento, ma di qualità. 

Iscriversi ad una associazione infatti seppur non obbligatorio (Comma 1 della legge 4/2013) è suggerito dalla norma al secondo comma che invita a riunirsi in associazioni professionali come criterio di qualità.

Le associazioni professionali possono avere diversi gradi di riconoscimento. Ad un primo grado possono costituirsi come associazioni professionali.

Ad un secondo grado possono chiedere il riconoscimento al ministero del lavoro. Questo riconoscimento a sua volta può essere di due livelli a seconda della diversa strutturazione.

Ad un terzo grado possono chiedere la certificazione UNI.

APICA ha scelto di fare solo il primo passo, cioè la costituzione in associazione professionale così da avere un codice deontologico e un registro dei Coach da un lato e il minimo di vincoli dall’altro, ad esempio l’aggiornamento professionale e i Crediti Formativi sono più vincolati man mano che si cresce nel grado di riconoscimento e così su tutto il resto.

Cosa avrai e potrai fare quando sarai iscritto

  • Sarai inserito nel Registro dei Coach APICA e avrai N. di iscrizione che si può  usare nella comunicazione e con il quale  si è  rintracciabili nell’elenco dei coach –  Vedi elenco: https://www.apica-coach.it/
  • Potrai mettere una presentazione con foto, sul sito APICA
  • Potrai utilizzare  il logo APICA nelle  comunicazioni (dal biglietto da visita al sito)

 

Cosa intendiamo per Coaching

Il coaching è un metodo di sviluppo personale, professionale e organizzativo il cui scopo è quello di valorizzare e allenare le potenzialità e talenti per il raggiungimento di obbiettivi definiti.

Non si tratta né di terapia né di psicologia in senso stretto. Il coaching infatti nasce in ambito pedagogico e in particolare nell’ambito della pedagogia sportiva – il coach come allenatore sportivo – e poi da li si estende a livello aziendale prima ed infine a livello personale nella formula del life coach.

Il metodo del coaching usa la comunicazione e la relazione per allenare le persone a dare il meglio nelle loro prestazioni o nel raggiungimento dei propri obiettivi.

 

Cosa intendiamo per Talent Coaching

Il talent coaching è un coaching a ispirazione gestaltica. La Gestalt viene ripresa non in senso di terapia psicologica ma nei sui presupposti filosofici e nella applicazione all’ambito della comunicazione.

Gestalt come “forma”, come dare forma all’espressione della propria autenticità, del proprio talento appunto.

Il coaching non cura ma valorizza, non riporta alla normalità ma lavora con la parte straordinaria delle persone.

Caratteristica del coaching a ispirazione gestaltica è la relazione che si crea tra coach e coachee, dove il coachee ha un ruolo attivo e usa il coaching per il raggiungimento dei propri obiettivi.

 

Il perimetro di lavoro del Talent Coaching

Il perimetro di lavoro del Talent Coaching, sulla base di come lo abbiamo definito sopra, possiamo dire che sia quello:

  • del raggiungimento di obiettivi
  • l’espressione dei talenti.

 

Responsabilità del coach è quella di fornire, e fare in modo che venga recepita, un’informazione chiara sul perimetro di lavoro del coaching e fare in modo di non uscirne durante il colloquio. In particolare va curato sotto questo aspetto:

  • Materiale informativo, marketing/promozione: brochure, sito ecc.
  • Istruzione al ruolo: le informazioni iniziali che vengono date al cliente sono quelle che permettono al cliente di comprendere come usare lo spazio di coaching
  • Negoziazione della domanda: la negoziazione della domanda è il momento concreto in cui la domanda del cliente viene trasformata in una domanda di coaching.

 

Per lavorare in sicurezza

  • Legge 4/2013. Riportare in tutti i documenti e materiale informativo il riferimento alla legge 4/2013 che regola questo settore.

 

  • Talent al posto di Gestalt. Per specificare il nostro metodo di lavoro utilizzare la parola “Talent” e non Gestalt. Gestalt infatti potrebbe creare confusione con la “terapia della Gestalt”. “Talent” invece chiarisce meglio l’ambito di applicazione del coaching e riduce le ambiguità.

 

  • Rispettare le norme sulla privacy GDPR e tutte le norme sulla sicurezza.

 

  • Rispettare il Codice deontologico dei Coach APICA

 

Il coach APICA:

  • Fornisce un’informazione chiara e puntuale al cliente
  • Opera esclusivamente nell’ambito del coaching
  • Rispetta le scelte del cliente e non le forza
  • È libero nella scelta del suo programma di aggiornamento che arricchisce annualmente con i CF – crediti formativi
  • Mantiene riservate tutte le informazioni fornite dal cliente
  • Usa le informazioni del cliente solo con il suo permesso
  • Comunica in anticipo al cliente le tariffe e le spese

Rispetta la proprietà intellettuale dei colleghi e non usa informazioni e metodologie altrui senza il suo consenso

 

SCARICA IL CODICE DEONTOLOGICO (PDF – 211kb)

L’organismo incaricato al controllo dell’applicazione del codice di condotta, per APICA ‘codice etico’ è così composto:

Presidente (attualmente Gabriele Baroni )

Vicepresidente ( attualmente Cinzia Magni )

Consigliere ( attualmente Ilaria Vigo )

Tesoriere (atualmente Silvia Marrazzo)